Le Recensioni di Alex: "Il mio splendido migliore amico" (Splintered, #1) di A.G. Howard



Sin da bambina una delle mie fiabe preferite è sempre stata Alice nel paese delle meraviglie: Carroll ha saputo creare un mondo pieno di magia, sospeso tra sogno, un pizzico di follia e realtà per dare vita ad luogo un incantevole.


Negli anni questa fiaba è stata oggetto di svariate rivisitazioni, tra gli ultimi la versione cinematografica proposta da Tim Burton, e quella in salsa zombie dark raccontata dalla superba Gena Showalter.

Pensavo quindi di aver letto la storia di Alice da diversi punti di vista, e che poco altro poteva essere aggiunto ad una trama così ricca e piena di sfaccettature. Errore!

La Howard costruisce un mondo completamente diverso da quello vissuto da Alice, questo è a metà tra il sogno e l'incubo, sospeso tra luci e ombre in un luogo dove l'orrore si fonde alla meraviglia.
Una fiaba gotica raccontata usando ambientazioni che sono un continuo divenire: magiche, surreali, vivide, oscure e incantevoli. Il filo conduttore dell'intera trama sembra essere la follia, un gene tramandato come una maledizione a tutte le donne della famiglia Liddell. Potrebbe essere così, oppure è tutto frutto di un sotterfugio?!

Nulla è dato per certo, l'inganno è il vero protagonista della trama, che si cela abilmente fra sentimenti, amicizia, affetto e amore. La fiducia diventa una chimera, che va conquistata a caro prezzo, perché nel paese delle meraviglie non ci si può assolutamente fidare di nessuno!

Alyssa deve affrontare una battaglia incessante con se stessa: oscurità e magia repressa, oppure semplicemente una ragazza che brama la normalità e la stabilità che ha conosciuto di rado?

La Howard è una straordinaria narratrice, perché è riuscita a ricreare lo stile fiabesco usato da Carroll e lo ha reso oscuro, crudo, macabro creando un incantevole incubo ad occhi aperti.

Splintered è il primo volume di una trilogia che di diritto è già entrata a far parte della mia personale top ten libresca!

MERAVIGLIOSO ❤️

La valutazione di Alex:
L’autrice:
A.G. Howard
A.G. Howard
A.G. Howard vive nel Nord del Texas. Adora nella scrittura mescolare la malinconia e il macabro e rovesciare l’atteso nell’inatteso; trae ispirazione per le sue storie da tutte le cose imperfette. Cerca sempre di dar vita a personaggi che raccontino ogni sfumatura degli esseri umani e poi, per dare un brivido in più ai lettori, si diverte a mettere sottosopra il loro mondo. È sposata e madre di due figli.

Alex - Il Cibo della Mente

5 commenti

  1. ooooh *-* lo devo e lo voglio leggere ç____ç

    RispondiElimina
  2. E anche qui sono d'accordo con te, Alex :D inizialmente devo dire che ero scettica e pensavo tante cose fossero non-sense... poi però passata la metà tutto ha preso senso e ho iniziato a provare amore incondizionato per l'autrice v.v poi vogliamo parlare di Morpheus?!

    RispondiElimina
  3. A me è piaciuto tantissimo! All inizio ero rimasta molto colpita dalla trama e dalla copertina, è stupenda*-*, e poi ho sempre amato Alice nel paese delle meraviglie e quando decisi di leggere il libro avevo delle aspettative molto alte e devo dire che l autrice non mi ha delusa affatto u.u Mi piace come si é evoluta la storia e i personaggi, soprattutto Morpheus*o*. Non vedo l'ora di leggere il seguito!

    RispondiElimina

Back to Top