Le Recensioni di Alex: "Dopotutto, posso farcela" di Irene Val


Leggere questo libro mi ha riportata indietro nel tempo, all'età in cui ero poco più che una bimba delle elementari, un periodo in cui la spensieratezza andava di pari passo con le piccole scoperte della vita. Istantanee di quegli anni mi sono ritornate in mente, vivide e chiare, sotto forma di bellissimi ricordi.


Mentre Milena vive nel pieno la sua adolescenza con il primo amore e le delusioni che ne seguiranno, io torno indietro all'epoca in cui i social network erano una chimera, come gli smartphone e la connessione Wi-Fi... 

Un periodo in cui il massimo della ribellione consisteva nel chiudersi in cameretta e mettere a palla le cassette di miss Ciccone e degli U2. Gli anni dei ragazzi del muretto, gli anni in cui i gettoni telefonici erano fondamentali come i caricabatterie di oggi!

Nostalgia e meraviglia unite alla voglia di ricordare un periodo lontano, forse un po' idealizzato, ma pieno di entusiasmo per le piccole cose.

Luca e Milena, Andrea, Valerio, Silvia, Marta, e Amelia, sono piccoli pezzi di un bellissimo puzzle che rappresenta l'adolescenza in tutte le sue sfaccettature.

L'amore, l'amicizia, il liceo, la famiglia e i suoi problemi... quei piccoli drammi che in quel periodo ci sembravano enormi, ma che adesso, visti dall'ottica di un adulto, ci appaiono per quel che sono realmente: vita.

Uno spaccato della società di quegli anni, belli e pieni di stravaganze, in cui due ragazzi cercano di amarsi vivendo inconsapevolmente il periodo più bello della loro vita!

La valutazione di Alex:
L’autrice:
Irene Val

Pam - Il Cibo della Mente

8 commenti

  1. Questo libro non lo conoscevo, ma vi ringrazio per avermelo ''presentato'' perchè lo leggerò di sicuro. Recensioni fantastiche e ricche di emozioni, come sempre, che ti fanno pensare un bel po. Bravissime Alex e Pam, come sempre, complimenti.

    RispondiElimina
  2. Nemmeno io lo conoscevo! Mi ha incuriosita! Grazie!

    RispondiElimina
  3. Mi è venuta una nostalgia infinita :( Quando il più grande dei problemi era "quale zaino compro quest'anno?". Quando non volevamo andare a scuola e tutti i grandi dicevano "un giorno la rimpiangerai" e i effetti è cosi cavolo! Vorrei tornare indietro e svegliarmi presto la mattina, andare alla fermata e aspettare il pullman che non passava mai in compagnia dei tuoi più cari amici, sorbirti ore e ore di matematica.. Se potessi andrei a scuola a vita piuttosto che lavorare XD

    RispondiElimina
  4. Certo che come invogli tu a leggere un libro.... comunque mi piace leggere qualcosa che mi riporti indietro nel tempo,molto indietro a dire il vero,anche la mia massima ribellione era chiudermi in cameretta con il walkman e cuffiette

    RispondiElimina
  5. Mamma mia che voglia di ritornare a quel periodo della mia vita in cui le emozioni erano sempre super amplificate!
    Non conoscevo il libro, ma mi ha fatto venir nostalgia ;3

    RispondiElimina
  6. Mi hai fatto venire tanta, tanta nostalgia! Era tutto così semplice quando non si aveva un singolo problema al mondo. Comunque, non conoscevo questo romanzo ma mi hai fatto venire voglia di andarmi a cercare qualche informazione in più!

    RispondiElimina
  7. Non conoscevo questo libro, ma mi hai fatto venire voglia di leggerlo :)
    Ah l'adolescenza che bella cosa... sarebbe un sogno poter ritornare indietro in quegli anni dove tutto era più facile e bello :)
    L'ho aggiungo alla lista :)

    RispondiElimina

Back to Top